Il Museo fuori di sé – a.s. 2014-2015

Laboratori

Attività Proposte

5/7 anni 8/10 anni scuola media scuola sup.
MATERIA E STATI DI AGGREGAZIONE Il laboratorio, prevalentemente osservativo, prevede una spiegazione sugli stati di aggregazione della materia, sia in termini di forma e volume che in termini molecolari con osservazione di materiali non newtoniani. La seconda parte del laboratorio si concentra sull’analisi delle proprietà della materia attraverso prove di comprimibilità, diffusione, viscosità e sull’osservazione dei cambiamenti di stato di una sostanza (analisi dei punti fissi e alterazione attraverso agenti esterni). no SI SI no
ACQUA Breve descrizione della molecola dell’acqua e delle forze in gioco nei suoi tre stati. Il percorso prevede poi le seguenti esperienze: riconoscimento di idrogeno e ossigeno, elettrolisi dell’acqua mediante il voltametro di Hofmann, polarità della molecola d’acqua. Per i passaggi di stato: i punti fissi e la loro modifica; il fenomeno del rigelo. Cromatografia dell’inchiostro, esempi di fenomeni legati alla tensione superficiale e alla capillarità. SI SI SI SI
CALORE E TEMPERATURA Che cosa è il calore? Che cosa è la temperatura? In questo laboratorio cercheremo di comprendere la differenza tra questi due fondamentali concetti a partire dall’osservazione diretta di alcuni esperimenti che li riguardano. Insieme parleremo del fenomeno della dilatazione termica, della capacità termica dei corpo, dei meccanismi di propagazione del calore, del problema dell’isolamento termico, dei passaggi di stato e della possibilità di sfruttare il calore generato da una sorgente calda per ottenere lavoro meccanico. no SI SI SI
ARIA E VUOTO Il laboratorio proposto riassume le principali informazioni circa la composizione dell’aria, la sua presenza nel quotidiano e i fatti più rilevanti legati al vuoto. In particolare alcune delle esperienze presentate riguardano: la separazione di alcuni dei componenti dell’aria, il peso dell’aria, l’esperienza di Torricelli, il Baroscopio e il principio di Archimede, il vuoto e la non conducibilità del suono. Diverse altre esperienze legate al vuoto completano la presentazione. no SI SI SI 
ONDE E SUONO Nel laboratorio vengono trattate le onde trasversali e longitudinali, i principali fenomeni e alcune caratteristiche del suono (ampiezza, frequenza, forma e lunghezza d’onda, timbro, ecc.). Sono previste esperienze riguardanti: sorgenti sonore; la velocità del suono; produzione di onde; uso di microfoni, del diapason, di membrane oscillanti, dell’oscilloscopio e di un software di analisi dei suoni; infrasuoni e ultrasuoni; interferenza di onde (il tubo di Quinke); effetto Doppler. I ragazzi assistono agli esperimenti svolti dall’operatore potendo interagire, di volta in volta, singolarmente o in piccoli gruppi. no SI SI SI 
ELETTRICITÀ Elettrostatica: esistenza di due stati elettrici, come caricare un corpo (strofinio, contatto, induzione), conduttori ed isolanti, le macchine elettrostatiche, la gabbia di Faraday, il potere delle punte, la conduzione nei metalli, nei gas e nelle soluzioni. no SI SI SI 
MAGNETISMO Magneti naturali e magneti artificiali, esistenza di due tipi di poli, impossibilità di separare i poli, magnetizzazione per induzione, effetti magnetici della corrente elettrica, l’induzione elettromagnetica, il trasformatore, i motori elettrici. no SI SI SI 
ONDE E LUCE Il laboratorio tratta i principali fenomeni legati alle onde elettromagnetiche e alla luce visibile in modo particolare. Sono previsti esperimenti su: onde trasversali, longitudinali e stazionarie; la polarizzazione; composizione e scomposizione della luce bianca; la percezione dei colori; la riflessione e la rifrazione (specchi, lenti, prismi, fibre ottiche, ecc.); caratteristiche ondulatorie della luce (interferenza e diffrazione); la “luce” che non vediamo. no SI SI SI
AVVIO ALLA CHIMICA Il laboratorio introduce alla classificazione della materia: sostanze pure (elementi e composti) e miscugli. Sono previste esperienze su: trasformazioni chimiche (reazioni di ossidazione, di viraggio, reazioni esotermiche, ecc.) e fisiche (sedimentazione, separazione, ecc.); differenze tra trasformazioni chimiche e fisiche; cromatografia; riproduzione di reazioni chimiche con modelli a bastoncini e palline. Viene spiegato il fenomeno del “carsismo”. Il laboratorio prevede momenti di osservazione ed esercitazioni a gruppi. no SI SI no
Per effettuare esperienze di laboratorio presso le scuole, il Museo deve il trasferire personale e materiale. Per questo motivo il numero di studenti interessati deve essere tale da giustificare l’operazione (più di 80). La data ed il tipo di laboratorio devono essere concordati con il Museo. La scuola può proporre date e laboratori compilando l’apposito modulo on line che compare cliccando sul pulsante a piè di pagina.

Costi:

€ 6,00 a studente

Modalità di pagamento: